• Home
  • Blog
  • Hardware
  • Docking Station: funzione stand-alone per clonare Hard Disk
Domenica, 04 Novembre 2012 21:50

Docking Station: funzione stand-alone per clonare Hard Disk

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Il mercato delle periferiche per lo storage esterno è in continuo fermento ed evoluzione, attualmente ad affiancare le tradizionali tipologie di Hard Disk esterni portatili o desktop trovano sempre più spazio un’ampia scelta di Box e Docking Station che si differenziano per interfaccie di collegamento (USB 2.o o 3.0, eSata, ecc.) e dalle caratteristiche più avanzate molto interessanti.

Le Docking Station sono certamente una risorsa molto appetibile per praticità di utilizzo: possibilità di intercambiare gli HD con estrema rapidità ed un’unico dispositivo che permette la gestione di supporti sia da 2,5" sia da 3,5".

Una delle caratteristiche maggiormente apprezzabile ed interessante è la possibilità di clonare il contenuto di un Hard Disk (detto sorgente) su di un secondo dispositivo (detto obbiettivo o destinazione): tale operazione è possibile mediante software dedicati installati su Pc, ma in questo ambito trovano spazio alcuni modelli di Dock che offrono la medesima funzione a livello hardware ovvero permettere la clonazione senza l’ausilio di software e quindi a computer spento.

Il requisito principale che accomuna questi modelli stand-alone è la presenza di un doppio slot e di un idoneo firmware che implementi tale possibilità: Raidsonic, Fantec e Lindy ci vengono incontro con i rispettivi prodotti appositamente studiati. In particolare abbiamo:

Raidsonic – Icy Box IB-120CL-U3

  • Interfaccia: USB 3.0 (5Gbit/s)Raidsonic Icy Box IB 120CL U3
  • Slot HD/SSD: 2 da 2,5″/3,5″
  • HD supportati: SATA I/II/III capacità fino a 3TB per singolo supporto
  • Hot Swap: NO
  • Funzione Clone stand-alone (con pulsante dedicato)
  • PRO: indicatore della percentuale di clonazione; materiali costruttivi e finiture di buon livello (alluminio e ABS); velocità dell’interfaccia per il collegamento a Pc
  • CONTRO: un ottimo dispositivo in cui si nota l’assenza della stabilità della connessione eSata

Fantec – MR-CopyDU3 Docking Station

  • Interfaccia: USB 3.0 (5Gbit/s)Fantec MR CopyDU3 Docking Station
  • Slot HD/SSD: 2 da 2,5″/3,5″
  • HD supportati: SATA I/II/III capacità fino a 3TB per singolo supporto
  • Hot Swap: NO
  • Funzione Clone stand-alone (con pulsante dedicato) e funzione Backup (con pulsante dedicato)
  • PRO: indicatore della percentuale di clonazione; funzione Backup rapido
  • CONTRO: materiale costruttivo tutto ABS

Lindy – Docking & Clone Station USB 3.0 Super Speed

  • Interfaccia: USB 3.0 (5Gbit/s)Lindy docking clone station
  • Slot HD/SSD: 2 da 1,8″/2,5″/3,5″
  • HD supportati: SATA I/II/III capacità fino a 3TB per singolo supporto
  • Hot Swap: NO
  • Funzione Clone stand-alone (con pulsante dedicato)
  • PRO: ottimo il supporto a dischi da 1,8″; accessori opzionali per collegamento HD (es. adattatore per dischi Micro SATA senza supporto 3,3V)
  • CONTRO: scomodi i connettori di alimentazione e trasferimento dati sul lato frontale insieme a tutti i pulsanti; pulsante dedicato per la funzione Clone scomodo; assenza indicatore della percentuale di clonazione

Il tempo utile per la clonazione non è influenzato dalla quantità di dati presente sui dischi in quanto il processo opera copiando settore per settore. Quindi per clonare un disco pieno o vuoto sarà necessario lo stesso tempo, dipendente solo dalla dimensione del primo disco e dalla sua velocità di trasferimento. Una serie di test, effettuati sulla Docking Station della Raidsonic, con dischi allo stato solido e con dischi tradizionali ha portato a questi riscontri: copia di un Ssd da 120GB su un altro Ssd in circa 8 minuti, mentre per clonare un disco di tipo tradizionale da 1TB occorrono circa 60 minuti. I tempi ottenuti dovrebbero essere all’incirca identici per i dispositivi Fantec e Lindy.

N.B. L’operazione di clonazione dei dischi funziona correttamente tra drive con settori di pari dimensione: ad esempio possono verificarsi anomalie nella copia di un disco con settori da 512Byte su uno per esempio da 4kB.
Letto 215 volte Ultima modifica il Mercoledì, 03 Gennaio 2018 12:23

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

©2012- ABoh | P.IVA 02867330348 | Policy Privacy